Leicester campione. Puntò 5 sterline, falegname si ritrova milionario

Leicester campione. Puntò 5 sterline, falegname si ritrova milionario

Puntò 5 sterline, falegname si ritrova milionario

Una favola nella favola. E’ quella di Leigh Herbert, 39 anni, falegname di Leicester che non ha mai smesso di sognare: esattamente come il suo club del cuore. Tifoso delle ‘Volpi’, Herbert e’ uno dei pochi (visionari, lungimiranti o semplicemente baciati dalla fortuna) ad aver scommesso a inizio stagione sull’impresa di Claudio Ranieri. E ora si ritrova con uno scudetto nella bacheca ideale e 20 mila sterline in piu’ sul conto in banca, come spiega Agipronews. “Ero in vacanza in Cornovaglia con la mia fidanzata – racconta il falegname di Leicester – eravamo in tenda e sul mio telefonino ho letto che la mia squadra del cuore aveva ingaggiato Ranieri. Ha grande esperienza, e, al contrario di molti, ho subito pensato che avrebbe fatto bene da noi”. Da li’ a piazzare una scommessa “folle” sul Leicester campione il passo e’ breve: “Ho controllato su internet e ho visto la quota, 5000 contro 1. Confesso, ero un po’ brillo e forse proprio per questo mi sono lasciato andare: prima ho puntato solo una sterlina, poi ho pensato, ‘se davvero succede e’ meglio investire di piu”, quindi ho annullato la scommessa e giocato 5 sterline invece di una. E’ stato stranissimo, anche perche’ di solito non punto mai sul Leicester, al massimo piazzo qualche scommessa sull’ippica”. Dopo la giocata, riferiscono i media inglesi, Herbert passa la notte a sognare in tenda cosa potrebbe fare con quella vincita; al mattino, arriva il dubbio che quei 5 pound siano stati buttati via. Posta su Facebook la foto della scommessa e gli amici cominciano a prenderlo in giro. Parte il campionato. Si comincia con una vittoria per 4-2, poi le ‘Volpi’ di Ranieri cominciano a correre per davvero. E a scappare in vetta alla Premier League. Herbert ha sempre piu’ fiducia. Il bookmaker invece fiuta il pericolo, inizia a proporgli il “cash out”, la possibilita’ di incassare subito una cifra inferiore alla sua vincita potenziale, ma comunque sicura. Herbert resiste alla prima offerta – 3.200 sterline a febbraio, dopo la vittoria in casa del City -, e vede crescere via via la cifra proposta: cinque mila, sei, sette e cinque, fino a dieci mila. Cede, ma solo in parte. “A nove giornate dalla fine, ho preferito farmi pagare solo parte della scommessa, due pound sui cinque giocati: ho incassato subito circa cinquemila sterline sapendo che se il Leicester avesse trionfato, ne avrei comunque vinte altre quindicimila. La tensione era diventata altissima, quasi non dormivo la notte dal pensiero”. Alla fine Ranieri e il Leicester hanno trionfato. E con loro Herbert non smette di sognare. “Adesso faro’ una grande festa al pub con gli amici e poi investiro’ il resto della vincita come deposito per comprare una casa assieme alla mia fidanzata, ci pensavamo da tanto: e’ come se me la stesse comprando Ranieri. Vorrei abbracciarlo, ha fatto qualcosa di incredibile per la nostra citta’: ventimila sterline possono essere spese in un giorno, ma non dimentichero’ mai che Claudio ci ha fatto vincere il titolo”. La storia di Herbert non puo’ che concludersi con un’altra scommessa: “Ho gia’ puntato 10 sterline sul Leicester che vincera’ la Champions League l’anno prossimo…”. Chissa’, magari la favola delle ‘Volpi’ di Ranieri ha un seguito… 


ULTIME NEWS