Salerno, allevatori in piazza: «Verità sulla carne»

Salerno, allevatori in piazza: «Verità sulla carne»

Presidio degli allevatori a Salerno

SALERNO – Presidio degli allevatori salernitani per un’operazione “verità” sulla carne, a sostegno di un comparto che negli ultimi anni ha scontato una grave crisi economica ed occupazionale. Coldiretti lancia la campagna #consumacarnesalernitana e lo fa in occasione della prima giornata nazionale della carne italiana, in programma per giovedì 5 maggio, dalle ore 10.00, di fronte Palazzo di Città, a Salerno, in via Roma. Qui convergeranno allevatori da tutta la provincia. Nel corso della manifestazione, sarà presentato un ricchissimo “bancone” di carne locale – bovina e bufalina – per aiutare i consumatori a conoscere e a scegliere i pezzi più adatti in cucina, a valorizzare le parti low cost, con alcune ricette proposte dallo chef Antonio Borrelli. 

Salerno è la provincia campana con il maggior numero di aziende bovine, 3564 su un totale di 10703 e oltre 56mila capi. Per quanto riguarda le aziende bufaline, Salerno è seconda solo alla provincia di Caserta, con 415 aziende e oltre 85mila capi. Negli ultimi quattro anni, però, la provincia di Salerno ha perso 318 aziende bovine, un terzo di quelle perse in Campania dal 2011 al 2015, dove sono “sparite” 900 aziende bovine, colpite dalla crisi. Va ancora peggio per il settore bufalino, dove le aziende scomparse sono state, negli ultimi quattro anni, 89, a fronte delle 169 chiuse in tutta la Campania. Alla manifestazione saranno presenti il presidente dell’Ordine dei Medici Veterinari, Orlando Paciello, e la nutrizionista del Comune di Salerno, Maria Rosaria Terminiello. Nel corso dell’iniziativa, il presidente di Coldiretti Salerno, Vittorio Sangiorgio, e il direttore Vincenzo Tropiano, formalizzeranno la proposta al Comune di Salerno di inserire nei menù delle mense scolastiche esclusivamente carne della provincia di Salerno.


ULTIME NEWS