Mazzette all’ospedale di Salerno, duro il Riesame: «Brigante spregiudicato»

Mazzette all’ospedale di Salerno, duro il Riesame: «Brigante spregiudicato»

Il Riesame duro su Brigante

SALERNO – «La piattaforma accusatoria contro Luciano Brigante appare davvero granitica». E’ quanto scrivono i giudici del Tribunale del Riesame nelle motivazioni di rigetto del ricorso presentato dal primario di Neurochirurgia accusato di aver preso mazzette dai degenti per by-passare le liste d’attesa. Parte dell’inchiesta è stata trasferita a Pisa (dove restano indagati anche il collega Gaetano Liberti, la caposala del Ruggi Iannicelli e il luminare giapponese Fukushima) ma per il professionista i giudici del Tribunale della Libertà hanno usato la mano pesante in quanto ai reati contestati a Salerno.

 

+++TUTTI I DETTAGLI SULL’EDIZIONE ODIERNA DEL QUOTIDIANO METROPOLIS+++


ULTIME NEWS