Napoli. Povertà: ragazza senzatetto rapinata

Napoli. Povertà: ragazza senzatetto rapinata

Recuperati smartphone e tablet

Gli agenti del Settore Operativo del Compartimento Polfer per la Campania, nella giornata di ieri, al termine di una attività investigativa, hanno incastrato una donna ed un uomo colpevoli di aver trafugato uno smartphone e un tablet ad una senza fissa dimora.

Secondo le ricostruzioni, una ragazza di 25 anni, in serie difficoltà economiche, lo scorso 4 maggio si è portata presso “Centro di Coordinamento per interventi e servizi a favore delle persone senza fissa dimora” in Via Pavia al fine di chiedere aiuto per la ricerca di un lavoro e un posto dove poter dormire. Una donna si offre di aiutarla accompagnandola a casa di un suo amico che l’avrebbe ospitata. Le due si recano presso l’abitazione di quest’ultimo ma non lo trovano e si allontanano. Su un autobus, le due donne, incontrano un’altra ragazza che dona loro un pasto presso la Trattoria del padre in Via Medina. E’ in quel locale che si è consumato il furto: difatti la povera vittima dopo aver lasciato il suo smartphone in carica nei pressi del bancone del bar del locale poco dopo si accorge che la sua nuova amica era sparita con il telefono e la borsa, contenente anche un tablet ed altri effetti personali.

Nella giornata di ieri nella Stazione Ferroviaria di Napoli, la vittima ha riconosciuto l’autrice del furto che stava dormendo a bordo di un treno fermo. Ha prontamente allertato gli Agenti della Polfer, che sono intervenuti immediatamente bloccando la presunta ladra. Quest’ultima dopo aver negato tutto, ha confessato il furto. Grazie alla sua collaborazione è stato individuato anche l’uomo a cui aveva ceduto lo smartphone, un noto parcheggiatore abusivo di Via Medina.

La donna è stata denunciata per furto aggravato, mentre il parcheggiatore abusivo per ricettazione. La refurtiva recuperata è stata restituita alla legittima proprietaria.


ULTIME NEWS