L’auto della coop di Avellino a disposizione dell’amante di un indagato

L’auto della coop di Avellino a disposizione dell’amante di un indagato

Auto a disposizione dell'amanate

AVELLINO – Auto e mezzi aziendali dell’Acs, la società partecipata del Comune di Avellino, al centro dell’inchiesta della Procura che ha portato all’emissione di sette misure cautelari venivano utilizzati – secondo gli inquirenti – in maniera privatistica da uno degli indagati. E in particolare, venivano messi a disposizione dell’amante di quest’ultimo per uso privato e personale.

Gli arresti domiciliari sono stati disposti per l’amministratore della Acs, mentre divieti di dimora nel comune di Avellino sono stati decisi per sei amministratori di cooperative. Secondo l’accusa i sette hanno distratto fondi pubblici per proprie utilità e per favorire parenti, amanti e amici. 


ULTIME NEWS