Rapina finisce in tragedia: ucciso un calciatore

Rapina finisce in tragedia: ucciso un calciatore

Rapina finisce in tragedia: ucciso un calciatore

Un nuovo lutto colpisce il mondo del calcio, pochi giorni dopo la morte di un calciatore in campo in Romania. La tragedia, questa volta, è avvenuta in Argentina: Rodrigo Espindola, difensore del Nueva Chicago, è morto a causa di un colpo d’arma da fuoco esploso da dei ladri durante un tentativo di rapina. L’Argentina è nota a tutti per aver regalato al mondo del calcio tanti campioni che hanno fatto la storia di questo sport: il Paese sudamericano però è triste scenario stavolta di un evento tragico, che ha portato alla morte di un giocatore. Si tratta di Rodrigo Espindola, difensore di 26 anni del Nueva Chicago: a provocare il decesso un colpo d’arma da fuoco esploso da alcuni malintenzionati che ieri in tarda serata avevano cercato di rapinare la casa della sfortunata vittima, colpita al petto. I ladri hanno atteso fuori casa l’uscita di Espindola, per poi approfittarne ed entrare nell’appartamento: il giocatore ha provato comunque a resistere per mettere in salvo la moglie e il bambino, scelta che gli è stata purtroppo fatale. Non è servito a nulla il ricovero d’urgenza in ospedale, dove è avvenuta la morte a causa delle condizioni disperate in cui versava il fegato, colpito in maniera letale durante l’assalto. A dare la notizia lo stesso club, che tramite la persona del suo vicepresidente Daniel Ferreiro, ha voluto porgere le sue condoglianze alla famiglia del giocatore.


ULTIME NEWS