Castellammare. Vozza: “Vogliamo creare il Parco archeologico di Stabiae e inviteremo Mattarella”

Castellammare. Vozza: “Vogliamo creare il  Parco archeologico di Stabiae e inviteremo Mattarella”

Vozza: "Vogliamo creare il Parco archeologico di Stabiae e inviteremo Mattarella"

“Le parole del Presidente Mattarella, a Pompei , nella giornata di sabato,  per l’inaugurazione della mostra di Mitoraj, rappresentano una speranza, un nuovo modo di concepire il nostro patrimonio artistico e culturale. Il Capo dello Stato ha sottolineato – dichiara Salvatore Vozza – che ogni investimento per la cultura è speso anche ai fini della crescita del nostro Paese. Un concetto a me caro. Castellammare ha un patrimonio artistico e culturale immenso che in tanti ignorano. Al centro del nostro programma abbiamo inserito la cultura. Una cultura viva basata innanzitutto sulla preservazione del patrimonio storico architettonico. Dopo la firma della convenzione con la Soprintendenza Pompei per il trasferimento dei reperti dell’Antiquarium alla Reggia e la stipula del protocollo d’intesa con la Soprintendenza Pompei per la creazione del Parco archeologico di Stabiae inviteremo il presidente Sergio Mattarella a Castellammare. La nostra città è bella e non ha nulla da invidiare ad altre realtà”.  

 

Lunedì alle 18,30, al cinema Montil, la coalizione #perCastellammare, guidata da Salvatore Vozza, incontrerà i cittadini per discutere di cultura e scuola. “L’educazione e la formazione, sono i temi portanti delle società civili – continua il candidato a sindaco Vozza – L’arte e la cultura, poi, sono vocazioni primarie della nostra città. Presenteremo il nostro programma. Ascolteremo Gianfelice Imparato, attore, commediografo e regista, (candidato nelle nostre liste) impegnato con Luca De Filippo fin dagli esordi della sua compagnia e a cui Luca De Filippo ha passato il testimone chiedendogli di sostituirlo in scena, qualche tempo prima della sua prematura scomparsa. Castellammare ha bisogno di un patto per la Cultura che noi ci impegniamo a sottoscrivere un patto tra istituzioni, mondo dell’informazione, operatori privati, scuole, università, associazioni, operatori turistici per sostenere il Piano della cultura e promuovere la realizzazione delle scelte individuate dal Piano. Di pari passo le scuole devono essere le protagoniste insieme a noi di questo cambiamento di mentalità e della rinascita culturale. Noi vogliamo le scuole aperte fino a sera. La scuola deve continuare ad essere un polo di aggregazione. Nel corso di queste settimane – conclude Salvatore Vozza- ho più volte ripetuto che i cittadini devono riscoprire l’orgoglio di essere stabiesi perché la nostra è una bella città chi la vuole scrivere insieme a noi può farlo, partecipando direttamente”.

 

Le risorse culturali e ambientali sono il vero “patrimonio nascosto” di Castellammare di Stabia’’. La coalizione #PerCastellammare  dà appuntamento per il 16 maggio alle ore 18 e 30 al Cinema Montil in via Bonito.


ULTIME NEWS