Panico a Roma, vicino di casa offre passaggio in auto a coppia con 2 figli e poi tenta di rapire i bimbi

Panico a Roma, vicino di casa offre passaggio in auto a coppia con 2 figli e poi tenta di rapire i bimbi

Panico a Roma, offre passaggio in auto a coppia con due figli e poi tenta di rapire i bimbi

Attimi di paura ieri sera per una famiglia, conviventi con due figli minori di 2 anni e 9 mesi nati da una precedente relazione della donna con un altro uomo, che aveva accettato un passaggio da un conoscente, dopo essere rimasta in panne con la propria auto in via Enrico Fermi. Un 41enne romano è stato arrestato dai Carabinieri delle Stazioni Roma Porta Portese e Roma Bravetta per tentato sequestro di persona, resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Dopo essersi offerto di dare un passaggio alla famigliola, con la propria auto, un 41enne romano, attuando uno stratagemma e approfittando di una circostanza favorevole, mentre l’uomo e la donna erano momentaneamente fuori dall’abitacolo, si è dato alla fuga con a bordo i due minori.

Il compagno della donna lo ha rincorso, riuscendo ed estrarre solamente il bambino maggiore da un finestrinorimasto aperto e chiedendo poi aiuto ad alcuni passanti. In particolare un abile motociclista, intuita la circostanza, senza indugiare, si è lanciato all’inseguimento e ha raggiunto l’auto costringendo il conducente a fermarsi.

A quel punto il 41enne ha lasciato la bambina di 9 mesi sul veicolo e si è rifugiato in un ristorante per sfuggire al linciaggio di numerose persone intervenute in soccorso della famiglia. Una pattuglia di Carabinieri della Stazione Roma Porta Portese che stava transitando in zona è immediatamente intervenuta scongiurando il peggio.

Alla vista dei Carabinieri l’uomo ha dato in escandescenze, aggredendoli e tentando di sottrarre la pistola ad uno dei due. E’ stato necessario l’intervento di un’altra pattuglia dei Carabinieri della Stazione Roma Bravetta per bloccarlo e portarlo in caserma dove ha comunque proseguito ad essere violento, opponendo resistenza e danneggiando un pc di una scrivania.

Trasportato presso l’ospedale S. Camillo, l’uomo è risultato in stato di alterazione psicofisica dovuta all’assunzione disostanze stupefacenti e dimesso senza giorni di prognosi. Sentito il PM di turno, l’uomo è stato arrestato e condotto presso il carcere di Regina Coeli.


ULTIME NEWS