Coppa dei Campioni, la breve storia del grande Napoli

Coppa dei Campioni, la breve storia del grande Napoli

Gli azzurri in Europa

Oggi la chiamano Champions League ed è la competizione per squadre di club più importante a livello europeo. Porta valanghe di danaro e una straordinaria visibilità. Vede sfidarsi le migliori formazioni europee e ha l’attenzione degli appassionati di calcio di tutto il pianeta.
Una volta si chiamava Coppa dei Campioni e solo le squadre che avevano vinto il proprio campionato nazionale potevano accedervi prima della riforma che trasformò e allargò la competizione rendendola ancora più prstigiosa e spettacolare.
Grazie ai due scudetti vinti da Maradona e compagni, anche il Napoli vanta due partecipazioni alla vecchia Coppa dei Campioni alle quali vanno aggiunte le due partecipazioni alla Champions, una con Mazzarri e una con Benitez.
A Sarri spetterà l’onore di guidare il Napoli alla sua quinta apparizione.
Il ricordi dei tifosi, relativi alla vecchia Coppa Campioni, sono legati a sei partite:

Coppa dei Campioni 1987/88
Sedicesimi di finale

16 settembre 1987 – Real Madrid-Napoli 2-0 (rig. Michel, aut. De Napoli)

30 settembre 1987 – Napoli Real Madrid 1-1 (Francini, Butragueno)

 

Coppa dei Campioni 1990/91
Sedicesimi di finale

20 settembre 1990 – Napoli-Ujpest Dozsa 3-0 (Baroni, Maradona, Maradona)

3 ottobre 1990 – Ujpest Dozsa-Napoli 0-2 (Incocciati, Alemao)

Ottavi di finale

24 ottobre 1990 – Napoli-Spartak Mosca 0-0

7 novembre 1990 – Spartak Mosca-Napoli 0-0 (5-3 d.c.r.)

 


ULTIME NEWS