Gli trapiantano il pene di un cadavere

Gli trapiantano il pene di un cadavere

L'intervento negli Stati Uniti

Aveva subito l’asportazione del pene dopo che gli era stato riscontrato un cancro. Oggi Thomas Manning può ricominciare ad avere una vita normale. Dopo un intervento durato quindici ore, il 64enne è stato protagonista del primo trapianto di pene realizzato negli Stati Uniti. I medici del Massachusetts General Hospital di Boston gli hanno trapiantato il membro di un donatore deceduto. L’eccezionale intervento, riporta il New York Times, è stato realizzato tra l’8 e il 9 maggio.

Ottimisti i medici; se tutto va come previsto, il 64enne dovrebbe a breve recuperare la normale facoltà di orinare e in qualche mese la funzione sessuale.

Il primo trapianto di pene al mondo era stato eseguito in Sudafrica, presso il Tygerberg Hospital di Cape Town, su un paziente 21enne, che aveva subito l’asportazione dell’organo in seguito ad una circoncisione sbagliata. 


ULTIME NEWS