Cavese, Servalli attacca: «I tifosi hanno macchiato il nome di Cava»

Cavese, Servalli attacca: «I tifosi hanno macchiato il nome di Cava»

Cavese, affondo del sindaco sugli scontri

CAVA DE’ TIRRENI – Il sindaco, Vincenzo Servalli, interviene sugli episodi verificatisi allo stadio Simonetta Lamberti, domenica scorsa prima della gara Cavese Reggio Calabria.

«Desidero esprimere la mia piena solidarietà al Presidente della USD Cavese, Domenico Campitiello, ai dirigenti ed ai giocatori che sono impegnati in questa bellissima avventura, che ci vede ancora in campo per raggiungere un grande risultato sportivo. Non saranno intollerabili episodi di violenza, che nulla hanno a che fare con la storia di Cava de’ Tirreni, con la Cavese e con lo sport più in generale, a toglierci la soddisfazione per il lavoro che si sta facendo. Per quanto mi riguarda, come ho già avuto modo di dire subito dopo la gara di domenica scorsa, questi episodi sono un grave danno per la Città e per la Cavese e macchiano l’onore della vera tifoseria, sportiva, corretta, ospitale, che ha sempre caratterizzato Cava de’ Tirreni. L’impegno dell’Istituzione cittadina è pertanto forte e determinato. In questo senso, ringrazio le Forze dell’Ordine per lo straordinario lavoro fatto sia domenica nello stadio e poi successivamente per individuare i responsabili dei tafferugli e chiederò, nelle prossime ore, un incontro al Prefetto di Salerno, per concordare ulteriori iniziative dirette a far si che episodi del genere non si verifichino mai più a Cava de’ Tirreni».


ULTIME NEWS