Nomine nelle parrocchie, scontro a Salerno

Nomine nelle parrocchie, scontro a Salerno

Polemiche per le nomine

Nuovi contrasti all’interno del clero incardinato in seno all’arcidiocesi Salerno-Campagna-Acerno per le nomine nelle parrocchie decise dall’arcivescovo Luigi Moretti. 

E si annunciano anche ulteriori polemiche dei fedeli contro i trasferimenti decisi dal massimo rappresentante della Curia in via Roberto il Guiscardo che in particolare ha stabilito i seguenti avvicendamenti: don Alessandro Coralluzzo da Montecorvino Rovella al Volto Santo dove la parrocchia era guidata da don Pietro Mari; don Emanuele Vibo da Bracigliano a Montecorvino Rovella: a Bracigliano invece si insedierà don Michele De Martino in passato già animatore presso il Seminario  Giovanni Paolo II con sede a Pontecagnano Faiano; Don Luigi Savio che da Penta, nell’ambito dell’Unità Pastorale di Fisciano, svolgerà le stesse mansioni di parroco a Pellezzano; don Antonio Pisani indicato per la guida della chiesa di San Giuseppe Lavoratore a Salerno e proveniente  dall’Unità Pastorale a Fisciano; don Marcello Tamburo, fino ad ora alla guida della parrocchia  di San Giuseppe Lavoratore, sarà il nuovo parroco a Ogliara; don Giuseppe Greco da Ogliara si trasferirà alla parrocchia di Sant’Eustachio a Salerno. 

 

+++ TUTTI I DETTAGLI OGGI NELL’EDIZIONE DI METROPOLIS IN EDICOLA +++


ULTIME NEWS