Castellammare. Palazzine invase dalle zecche

Castellammare. Palazzine invase dalle zecche

Allarme igienico sanitario

Le hanno trovate fino al terzo piano, le hanno viste uscire da ogni intercapedine dei palazzi, hanno cercato di farle fuori da soli. Senza riuscirvi. E ora la paura è che facciano loro compagnia per tutta l’estate. Sono le zecche, gli insetti portatori di brutte malattie anche per gli uomini. Invasione di zecche tra le palazzine popolari del rione Cmi, quartiere alla periferia nord di Castellammare dove quello igienico-sanitario è solo l’ultimo disagio in ordine di tempo. A essere colpiti sono in particolare gli edifici più vicini alla linea ferroviaria Castellammare-Torre Annunziata che, dall’altro lato, corre lungo via Alcide De Gasperi. Basta affacciarsi sui binari per capire perché. Il tratto ferroviario è diventato una vera e propria discarica di rifiuti a cielo aperto: bottiglie abbandonate, scarti alimentari, immondizie di ogni genere giacciono abbandonate tra l’erba che è cresciuta bella alta. Un problema igienico sanitario di cui i residenti del quartiere non sono tutti incolpelvoli. Se quei rifiuti ci sono, vuol dire che qualcuno ce li ha buttati e i primi sospettati sono proprio i residenti della zona. Intanto, però, l’invasione di zecche c’è e i residenti chiedono che al più presto venga avviata una disinfestazione. 

+++L’ARTICOLO COMPLETO SU METROPOLIS OGGI IN EDICOLA+++


ULTIME NEWS