Volo Egyptair, ritrovati resti umani tra i rottami dell’aereo

Volo Egyptair, ritrovati resti umani tra i rottami dell’aereo

Volo Egyptair, ritrovati resti umani tra i rottami dell'aereo

L’esercito egiziano ha individuato alcuni rottami dell’aereo della EgyptAir decollato da Parigi con destinazione Il Cairo con 66 persone a bordo e scomparso durante il tragitto. Ci sarebbero anche resti umani e oggetti personali tra i detriti. A riferirlo è il ministro della Difesa greco Panos Kammenos alla televisione di stato Ert. Navi e aerei provenienti da Francia, Grecia ed Egitto avevano ripreso questa mattina a perlustrare l’area in cui si pensava fosse caduto l’Airbus A320, a circa 290 chilometri dalla terraferma egiziana. Secondo il reporter della Bbc Richard Westcott, esiste un ‘buco’ di 50 minuti tra l’ultima comunicazione del volo MS804 dell’Egyptair con la torre di controllo greca e la sua scomparsa dal radar alle 03:39 ora locale. Westcott spiega che i controllori del traffico aereo di Atene hanno avuto una normale comunicazione con il pilota alle 02:48. Quaranta minuti dopo, alle 03:27, hanno provato più volte a ristabilire il contatto con il velivolo, ma le chiamate sono rimaste senza risposta e il segnale radar è stato perso 10 minuti dopo, alle 03:39 .

Finora, ufficialmente nessun relitto o detriti dal velivolo sono stati trovati. La notizia data ieri sera dalla compagnia aerea del ritrovamento di alcuni oggetti, in seguito si è rivelata infondata. Il capo dell’agenzia per la sicurezza aerea greca, Athanasios Binis, ha infatti affermato che “una valutazione dei reperti trovati in mare nei pressi di Karpathos, tra cui giubbotti di salvataggio, non appartengono a un aereo”.

La scomparsa del velivolo rimane un mistero. Come ha riferito l’autorità per l’aviazione egiziana, i piloti non hanno effettuato alcun contatto quando hanno lasciato spazio aereo greco come di consueto, e nell’ultima conversazione avvenuta con la torre di controllo greca, non era stato segnalato nessun problema.

Intanto, tre esperti francesi dell’Ufficio d’indagine e analisi degli incidenti aerei (Bea) e un tecnico di Airbus sono arrivati questa mattina al Cairo per unirsi al team d’indagine guidato dall’Egitto. “La partecipazione degli investigatori francesi nell’inchiesta è perché 15 dei 56 passeggeri che erano a bordo erano cittadini francesi e la Francia è la sede del costruttore aereo”, da detto un funzionario all’aeroporto del Cairo a condizione di anonimato.

AL-SISI – Il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi ha espresso le sue condoglianze alle famiglie delle vittime. ”La presidenza piange con la massima tristezza e dispiacere le vittime che erano a bordo del volo dell’EgyptAir rimaste uccise nello schianto dell’aereo nel Mediterraneo mentre stava tornando al Cairo da Parigi”, si legge in un comunicato diffuso dall’ufficio di al-Sisi.


ULTIME NEWS