Napoli. Sanità, incubo precari: già 207 licenziamenti

Napoli. Sanità, incubo precari: già 207 licenziamenti

Sanità, incubo precari: già 207 licenziamenti

Molti sono sottopagati, sottoposti a turni di lavoro massacranti, costretti a sostenere famiglie con la scure del licenziamento che si aggira nell’ombra e pende ogni giorno sui loro capi. E tutto questo senza avere nessuna certezza sul loro futuro, ne soprattutto garanzie sulla loro stabilità lavorativa. Sono i precari della sanità campana, per i quali il consigliere regionale Gianluca Daniele chiede la stabilizzazione. «La sanità campana è andata avanti, negli ultimi anni, servendosi di centinaia di lavoratori interinali – spiega l’esponente del Pd in Consiglio regionale -. Un numero notevole di persone – tenuto conto che 180 sono al Monaldi, 77 al Cardarelli, una cinquantina al Pascale tanto per citarne solo alcuni, ma sono molti di più – che vivono con l’incubo della perdita del posto di lavoro. Uno scenario che per i 77 lavoratori interinali dell’ospedale Cardarelli, che giovedì mattina hanno manifestato sotto la sede del Consiglio regionale della Campania, si è concretizzato pochi giorni fa con la comunicazione di una inaspettata lettera di licenziamento». 

Oggi su Metropolis Napoli in edicola


ULTIME NEWS