Battipaglia, commerciante aggredito con un trapano: scippo sventato dai passanti

Battipaglia, commerciante aggredito con un trapano: scippo sventato dai passanti

Aggredisce commerciante, fermato scippatore

BATTIPAGLIA – Arrestato questa mattina, dal personale della Polizia di Stato appartenente al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Battipaglia, un 45enne napoletano autore di una tentata rapina aggravata in danno di un commerciante battipagliese.

Quest’ultimo, titolare di un bar ubicato in Via Mazzini a Battipaglia, si era recato presso l’istituto di credito “Banco di Napoli” con sede in Via Adige, per effettuare il versamento della somma di 15.000 Euro, in banconote di vario taglio, quale incasso del weekend.

Improvvisamente, il commerciante, mentre scendeva dall’autovettura per entrare in banca, è stato aggredito alle spalle da un uomo che ha tentato di strappargli il borsello contenente il danaro.

La pronta reazione della vittima dell’aggressione ha dato origine ad una colluttazione nel cui corso il malfattore ha estratto dalla tasca una grossa punta di trapano, puntandola contro il commerciante.

Alcune persone che si trovavano sul posto ed hanno assistito alla scena hanno telefonato al numero di emergenza “113” e immediatamente è giunta sul posto una volante della Polizia che si trovava nei paraggi nel corso dei quotidiani servizi di controllo del territorio.

L’immediato intervento dei poliziotti ha consentito loro di bloccare il malfattore e di porre fine all’aggressione evitando che questi potesse usare l’arma impropria in suo possesso.

L’aggressore è stato identificato per Massimo Cannavo, nato e residente a Napoli, di anni 45, già noto alle forze dell’ordine per diversi precedenti di polizia, ed è stato tratto in arresto in flagranza di reato.

La vittima del tentativo di rapina, rimasta ferita durante l’aggressione, trasportata successivamente presso l’ospedale di Battipaglia è stata refertata con una prognosi di 7 giorni di guarigione s.c.

Previa autorizzazione dell’Autorità Giudiziaria procedente, Massimo Cannavo è stato condotto dai poliziotti presso la casa circondariale di Salerno e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.


ULTIME NEWS