Zenfone Zoom, lo smartphone che prende il posto della reflex

Zenfone Zoom, lo smartphone che prende il posto della reflex

Zenfone Zoom, lo smartphone che prende il posto della reflex

Si chiama ZenFone Zoom ed è lo smartphone della Asus che sta assurgendo agli onori della cronaca per una serie di cortometraggi realizzati da David Sandberg, il regista svedese di Kung Fury, il film finanziato mediante una raccolta fondi su Kickstarter. Sandberg ha creato cinque cortometraggi che dimostrano fino in fondo le potenzialità dello ZenFone Zoom. L’iconico senso dell’umorismo di David e la sua speciale maestria negli effetti speciali risultano evidenti in questi corti, ciascuno dei quali esplora la realtà circostante sfruttando il potente zoom ottico dello smartphone della Asus. La pellicola principale della campagna, “Round the Earth”, include anche un cameo dalla star Eleni Young, la Barbarianna di Kung Fury.

Ma cos’ha questo device di tanto speciale? Semplice, è lo smartphone più sottile (5 mm) al mondo con zoom ottico 3x, ed è dotato di innovative lenti HOYA, che garantiscono un’eccezionale nitidezza delle immagini e riprese ravvicinate con possibilità di ingrandimento fino a 12 volte.

Anche la confezione dello Zoom è particolare. All’interno è presente il pupazzetto di un gufo, Zenny, e un gioco di carte, le Zencredible Cards. Il gioco è semplice, bisogna accoppiare una carta bianca con una carta nera e mettere Zenny davanti a qualunque cosa si stia fotografando con lo ZenFone Zoom. Il gioco si ispira a Cards Against Humanity, dove le carte nere che definiscono la situazione si accoppiano con le carte bianche relative ai contesti al fine di creare situazioni divertenti. Asus invece mira soltanto ad ispirare lo sfondo, su cui fotografare l’oggetto indicato e a usare Zenny come contrassegno di autenticità della foto da postare poi sul web, utilizzando determinati hashtags.

Si tratta di un telefono, ma forse è più giusto definirlo cameraphone, pensato e progettato per chi ha come priorità quella di avere sempre al seguito una fotocamera di un certo livello ma che ha anche una certa familiarità con i complicati settaggi di una DSLR (digital single-lens reflex).

La fotocamera posteriore PixelMaster 2.0, potente e veloce grazie al processore Intel Atom quad-core a 64 bit ed alla RAM da 4GB, vanta una risoluzione di 13 Megapixel ed una messa a fuoco automatica quasi immediata (soli 0,03 secondi). Si avvia istantaneamente e così non resta che inquadrare e scattare; con semplici tocchi si vanno a regolare la velocità dell’otturatore, il valore dell’esposizione, il bilanciamento del bianco, l’ISO e una serie di altri parametri professionali. Integra uno stabilizzatore ottico, che, insieme alla tecnologia laser, consente di ottenere immagini nitide e stabili anche quando il soggetto è in movimento. Spicca nella fotografia macro grazie alla possibilità di effettuare dettagliatissime inquadrature ravvicinate anche a una distanza di 5 centimetri.

Il doppio flash LED Real Tone crea un’illuminazione naturale in caso di riprese all’interno, restituendo colori realistici e il giusto incarnato della pelle. Se non bastasse è disponibile, come accessorio opzionale, lo ZenFlash, un potente flash allo Xeno, simile a quelli presenti sulle fotocamere reflex, che va posizionato sul retro dello Zoom per proiettare una luce fino a 70 gradi, illuminando distanze fino a 2,4 metri.

Dal punto di vista dell’ergonomia, da segnalare la cover posteriore ricoperta in pelle che facilita molto la presa oltre ad essere molto gradevole al tatto. Il grosso disco metallico dell’obbiettivo è affiancato da una piccola sporgenza nella parte inferiore, che suggerisce dove impugnare il telefono quando si scatta in modalità ritratto. La lente dell’ottica è protetta dal fatto di trovarsi leggermente più in basso rispetto al bordo del disco, così da poter poggiare senza timori il telefono su un tavolo in posizione orizzontale.

Frontalmente, lo Zoom è protetto quasi interamente da un resistente pannello di vetro, Corning Gorilla 4, sulla parte sottostante del quale troviamo una striscia di plastica lucida appena sotto i tasti capacitivi. Il display è da 5,5 pollici con risoluzione Full HD, dotato di ampi angoli di visualizzazione a 178 gradi.

Sul bordo destro ci sono i pulsanti on/off, volume e scatto (otturatore); tutti sono realizzati con un materiale che somiglia all’alluminio, che riveste anche l’intera cornice.

La batteria è una 3000 mAh e, grazie alla tecnologia BoostMaster, si ricarica da 0 al 60% in soli 39 minuti.

Il sistema operativo è Android 5.0, con interfaccia utente ZenUI 2.0, che offre diverse applicazioni aggiuntive, profondamente integrate. Fra di esse, il pacchetto premium, Panda Mobile Security, che consente di controllare e proteggere il device e di ottimizzarne le prestazioni.

Grazie alla collaborazione tra Asus e Kobo, è possibile scaricare e leggere gratuitamente un bestseller a scelta tra Sporco Baratto (di Robert Ludlum), Ladra di vestiti (di Meg Evans) e Via dalla pazza folla (di Thomas Hardy) oltre a tre numeri a scelta dei mensili Focus, Focus Junior e Sale&Pepe.

In vendita ad un prezzo che oscilla tra i 500 e i 550 euro, ZenFone Zoom gode dell’esclusiva garanzia ZenCare+: in caso di difetto tecnico, nei primi 365 giorni dalla data di acquisto, verrà riparato gratuitamente e sarà possibile ricevere un rimborso pari al prezzo di acquisto. Nel caso in cui, invece, dovesse subire danni accidentali, verrà sostituito con un nuovo dispositivo (stesso modello o equivalente).


ULTIME NEWS