Napoli, 16enne si ferisce durante una rapina e va al pronto soccorso: arrestato

Napoli, 16enne si ferisce durante una rapina e va al pronto soccorso: arrestato

Napoli, 16enne si ferisce durante una rapina e va al pronto soccorso: arrestato

Si era presentato al pronto soccorso dell’ospedale con una ferita d’arma da fuoco al piede, dicendo ai medici di aver subito un tentativo di rapina, ma i carabinieri hanno scoperto che in realta’ la ferita se l’era fatta da solo sparandosi al piede accidentalmente nell’intento di rapinare una tabaccheria insieme a tre complici. Il presunto baby rapinatore e’ G.E. 17enne, napoletano, e’ stato arrestato oggi dai carabinieri della Stazione Na-Marianella, in esecuzione di una o.c.c.c. emessa dal Tribunale per i Minorenni di Napoli per possesso illegale di arma da fuoco, ricettazione e tentata rapina in concorso. Contemporaneamente i militari hanno eseguito un’altra o.c.c.c. con i medesimi capi di imputazione, emessa dal Gip di Napoli su richiesta della locale Procura Ordinaria, nei confronti dei tre complici maggiorenni: Davide Mascolo, 34enne; Luca Mascolo, 30enne e . Mario Palumbo, 20enne, tutti gia’ noti, e residenti in via Labriola Lotto ‘H’.  Secondo la ricostruzione investigativa fatta dai militari, i quattro arrestati nell’ottobre del 2015 pianificarono una rapina a una tabaccheria di Cardito (Na). Durante l’appostamento, un attimo prima dell’azione, il 17enne impugnando una pistola fece partire involontariamente un colpo ferendosi al piede. L’incidente impedi’ alla banda di portare a compimento il delitto e il minore venne accompagnato in ospedale dove disse, appunto, di essere stato lui vittima di una rapina. I militari dell’arma avviarono le indagini, riuscendo in pochi giorni a ritrovare una pistola Tokarev TT 33 mod. 57, calibro 7.65 con matricola abrasa e un furgone Peugeot risultato oggetto di furto commesso a Frattamaggiore. Grazie ai rilievi tecnici fatti dalla Sezione Investigazioni Scientifiche dell’Arma sul materiale rinvenuto, alcune impronte papillari evidenziate portarono l’attenzione sui quattro. Ulteriori indagini tecniche coordinate dalle A.G. e conseguenti riscontri documentali hanno poi consentito all’A.G. per i minorenni e alla Procura Ordinaria la ricostruzione completa dei fatti e l’emissione del provvedimento cautelare. Dopo le formalita’ di rito Davide Mascolo e’ stato accompagnato presso la Casa Circondariale di Vasto (Ch), Luca Mascolo e Mario Palumbo presso le rispettive abitazioni agli arresti domiciliari, il 17enne presso il Centro di Prima Accoglienza dei Colli Aminei a Napoli.


ULTIME NEWS