Proposta shock di Salvini: «Tassiamo le prostitute»

Proposta shock di Salvini: «Tassiamo le prostitute»

Prostitute, proposta di Salvini

“C’è un mestiere che non paga le tasse da 2mila anni, che le paga in Svizzera, in Olanda, in Germania, in Belgio, in Irsaele, ovunque, e che si esercita stasera in mezzo alla strada, nei centri massaggio finti. Quanto ci vorrà per portare l’Italia a livelli di normalità di altri paesi? Togliere dalle strade, regolamentare, ripulire e tassare la prostituzione, che porta quel miliardo e mezzo che permetterebbe agli asili nido di essere gratuiti?” Così il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, ospite ieri sera a ‘Ballarò’ su Rai3, è tornato ad affrontare il tema della regolamentazione della prostituzione in Italia, proponendo di usare i soldi della tassazione per garantire la gratuità degli asili nido.

“Secondo me ne vale la pena” ha aggiunto il leader del Carroccio, prima di essere incalzato da Valentina Castaldini (Ncd): “Vale la pena convincere le donne a non vendere per due soldi il proprio corpo”. Immediata la replica di Salvini: “Arriverà lei dopo duemila anni – commenta tra il serio e il faceto – e ci riesce Renzi, sconfigge la prostituzione e anche i temporali a Ferragosto”.


ULTIME NEWS