Il sistema dei Gionta a Torre Annunziata: donne-cassiere per gli stipendi agli affiliati. Chieste condanne durissime

Il sistema dei Gionta a Torre Annunziata: donne-cassiere per gli stipendi agli affiliati. Chieste condanne durissime

Il sistema dei Gionta: donne-cassiere per gli stipendi agli affiliati. Chieste condanne durissime

Un ricorso alla Corte d’Appello per mitigare le pene, ma per il clan Gionta la requisitoria del procuratore generale di Napoli potrebbe essere l’ennesimo duro colpo contro l’organizzazione criminale che opera a Torre Annunziata. Una requisitoria in cui sono state chieste pena per 51 anni, per le estorsioni ai danni di bar, pasticcerie e negozi di abbigliamo. I soldi, che venivano gestiti dalle donne del clan (Teresa Gionta, Francesca Donnarumma e Anna Paduano condannate a 9 anni e 6 anni) servivano per stipendi agli affiliati e spese legali. A chiedere il rito abbreviato, che si è concluso con le condanne dello scorso anno, furono Michele Guarro (9 anni), Felice Savino (9 anni), Pasquale Savino (7 anni), Benito Cioffi (5 anni), mentre Domenico Bucchero aveva patteggiato 3 anni di reclusione.


ULTIME NEWS