Scippa un’avvocatessa, arrestato: come legale gli assegnano…la vittima

Scippa un’avvocatessa, arrestato: come legale gli assegnano…la vittima

Arrestato per scippo, il suo avvocato è la vittima

BOLOGNA – Un rocambolesco inseguimento a piedi da via Ugo Bassi fino a via Ca’ Selvatica, passando per la chiesa di San Francesco. La polizia ha arrestato mercoledì pomeriggio un 20enne di origini brasiliane che, dopo aver strappato dal collo di un’avvocatessa tre collane d’oro con pietre preziose, si è dato alla fuga correndo per il centro. 

Come riporta il Corriere di Bologna, il fatto è successo intorno alle 16 davanti a numerosi passanti che hanno assistito all’acrobatica fuga a piedi del ladro. L’uomo, inseguito da un poliziotto in borghese e poi dagli agenti di una volante che passavano di lì e hanno visto la scena, ha tentato di rifugiarsi in chiesa in piazza San Francesco ma quando è stato raggiunto da uno degli agenti fin dentro la chiesa, ha tirato un pugno al poliziotto e ha proseguito la sua fuga. Ha tentato di rifugiarsi anche in un cortile privato in via Ca’ Selvatica, dove ha nascosto la refurtiva sotto una mattonella ma gli agenti lo hanno trovato e arrestato. 

Gli è stato poi assegnato un avvocato d’ufficio che, casualmente, era proprio la vittima dello scippo, in lista e di turno. A quel punto è stato nominato un difensore di fiducia. Il giudice ha convalidato l’arresto di Josefà Piacente, questo il nome dell’uomo, e disposto l’obbligo di firma in attesa del rito abbreviato.


ULTIME NEWS