Shock nel salernitano: picchia i genitori dell’amata e tenta di stuprarla

Shock nel salernitano: picchia i genitori dell’amata e tenta di stuprarla

Sequestro di persona e lesioni, arrestato 48enne

VALLO DELLA LUCANIA – I carabinieri della compagnia di Vallo della Lucania, diretti dal capitano Mennato Malgieri, hanno arrestato T.F., 48enne di San Nicola di Centola, accusato di sequestro di persona, lesioni aggravate e minacce. Nel tardo pomeriggio di giovedì T.F., dopo essersi recato nell’abitazione dei familiari della ragazza di cui si era invaghito, non trovandola, ha colpito ripetutamente i genitori procurandogli diverse ferite. Solo all’arrivo della malcapitata, ha placato la sua ira e con forza e contro ogni volontà la costringeva a seguirlo nel vicino bosco. Dato l’allarme, sono intervenuti immediatamente i militari della stazione dei carabinieri di Pisciotta che, insieme ai colleghi del nucleo operativo e radiomobile e ai militari della stazione dei carabinieri di Acquavella, giunti in ausilio sul posto, si sono messi alla ricerca della vittima. T.F. ormai braccato e pressato dalle incessanti ricerche, è stato ritrovato nelle campagne circostanti la propria abitazione. L’uomo aveva rapito la ragazza con l’intento di approfittare della stessa senza tuttavia riuscirci, grazie all’allarme lanciato dalla madre e all’immediato intervento di numerosi carabinieri che hanno messo in allerta tutto il territorio. Il 48enne ha desistito da ogni altro intento criminoso abbandonando la ragazza nella  boscaglia di San Mauro la Bruca. L’arrestato dopo le formalità di rito è stato accompagnato in cella nella casa circondariale di Vallo della Lucania a disposizione dell’autorità giudiziaria.

 


ULTIME NEWS