Videosorveglianza scomoda in centro: a Scafati disattivate da ignoti. Criminalità o vandali?

Videosorveglianza scomoda in centro: a Scafati disattivate da ignoti. Criminalità o vandali?

Telecamere fuorigioco

Un atto di vandalismo o un’azione studiata a tavolino per poter avere il controllo sulla principale piazza di Scafati. Al momento le cause sono incerte, ma resta inquietante il gesto di disattivare le telecamere di videosorveglianza in piazza Vittorio Veneto. Ad accorgersene, lunedì scorso, sono stati alcuni commercianti della zona, che immediatamente hanno lanciato l’allarme. In questo modo la zona, oltre a non essere videosorvegliata, è rimasta sprovvista di illuminazione pubblica per più di 48 ore. Un caso che il Comune di Scafati non vuole sottovalutare, tanto da vagliare l’ipotesi di presentare denuncia contro ignoti presso la tenenza dei carabinieri di via Oberdan. L’episodio, giovedì sera, è stato denunciato dal consigliere comunale del Pd, Michele Grimaldi. “Ignoti, nel tentativo di manomettere le telecamere di videosorveglianza, hanno deciso anche i cavi della pubblica illuminazione. Come a Scampia, come a Secondigliano, a Scafati nel cuore della città si oscurano le telecamere per potere agire indisturbati e incontrollati”, ha detto. E’una situazione inaccettabile, che ci racconta di un territorio oramai lasciato solo, senza controllo alcuno, dove sono scomparse la sicurezza e le regole. La nostra mozione sulla sicurezza, pur approvata dal consiglio comunale, rimane chiusa in qualche cassetto di Palazzo Mayer. Nel frattempo registriamo illegalità diffusa”.

+++ TUTTI I DETTAGLI SULL’EDIZIONE DI METROPOLIS IN EDICOLA OGGI +++


ULTIME NEWS