Ascensore bunker in Villa comunale, associazioni in rivolta

Ascensore bunker in Villa comunale, associazioni in rivolta

Ascensore bunker in Villa comunale, associazioni in rivolta

«Protestiamo compatti contro l’ennesimo sfregio perpetrato ai danni della Villa comunale. Uno sfregio alla cultura causato dalla latitanza degli organi preposti alla vigilanza. Chiediamo l’abbattimento di questo bunker di cemento a servizio di una inutile linea della metropolitana». A puntare l’indice contro l’ascensore realizzato nel mega “polmone verde” a ridosso del Lungomare è Antonella Pane, architetto e presidente dell’associazione Progetto Napoli che, insieme ad altre realtà dell’associazionismo, inscenerà un sit-in giovedì alle 11 in Villa comunale. Motivo della rabbia delle associazioni è l’ascensore in cemento armato che si sta realizzando all’interno dell’area e che dovrà essere l’uscita di piazza San Pasquale della linea 6 della metropolitana per i disabili. Uno scempio, l’ennesimo, che si consuma sotto gli occhi della Soprintendenza. 

 

Oggi su Metropolis


ULTIME NEWS