Salerno. Attentato alla Cittadino, sotto torchio i colleghi

Salerno. Attentato alla Cittadino, sotto torchio i colleghi

Sotto torchio i colleghi della Cittadino

SALERNO – Tre nuovi interrogatori ad altrettante persone per fare luce sulla vicenda di Margaret Cittadino, la sindacalista e candidata al Consiglio comunale  alla cui figlia la notte del 28 maggio venne incendiata l’auto. Faccia a faccia con gli inquirenti anche la stessa infermiera, non eletta a Palazzo di Città al termine della tornata elettorale dello scorso 5 giugno nonostante i 785 voti di preferenza ottenuti, con cui gli inquirenti hanno approfondito alcuni particolari legati in particolare alla sua attività professionale presso l’Azienda Ospedaliera San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona. E non sarebbe un caso, pertanto, che le altre due persone sottoposte ad interrogatorio sono entrambi dipendenti del nosocomio ubicato a San Leonardo dove Margaret Cittadino presta servizio oltre che svolgere la sua attività sindacale negli anni caratterizzata da non poche denunce.

 

+++TUTTI I DETTAGLI SULL’EDIZIONE ODIERNA DEL QUOTIDIANO METROPOLIS+++


ULTIME NEWS