Caparra per la casa vacanze: ma era una truffa

Caparra per la casa vacanze: ma era una truffa

Caparra per la casa vacanze: ma era una truffa

I carabinieri Romanengo (Cremona) hanno denunciato un napoletano per truffa on line nei confronti di una donna a cui aveva affittato una casa inesistente per le vacanze.

La vittima del raggiro, di Izano (Cremona), aveva risposto alcune settimane fa ad un annuncio, su un noto sito internet di compravendita/affitti tra privati, inerente una casa a Rimini dove intendeva trascorrere le vacanze estive con la propria famiglia. Contattato il presunto proprietario telefonicamente questi richiedeva il versamento anticipato della caparra per “bloccare” la casa. La donna, persuasa dalla bontà dell’affare, ha versato la somma di euro 560 caricando una carta postepay.

Nei giorni successivi, però, all’atto di finalizzare il contratto di affitto, il presunto proprietario si è reso irreperibile. I carabinieri a cui la donna si è rivolta hanno subito scoperto che l’intestatario dell’utenza telefonica era un pregiudicato napoletano dedito a quel genere di reati.


ULTIME NEWS