Capri. Primo Gala di Arti Marziali all’ombra dei Faraglioni

Capri. Primo Gala di Arti Marziali all’ombra dei Faraglioni

Primo Gala di Arti Marziali all'ombra dei Faraglioni

Pubblico delle grandi occasioni per il primo galà di arti marziali mai svoltosi sull’isola azzurra. Per la prima volta nella storia di Capri, infatti, a pochi passi dalla piazzetta è andato in scena il galà internazionale di Muai Thai e K1 organizzato dalla Pro Fighting Capri in collaborazione con la Pro Fighting Napoli e patrocinato dall’assessorato allo sport della  di Capri. Al centro dei Giardini della Flora Caprense un ring allestito di tutto punto ed illuminato, ha visto alternarsi una serie di combattutissimi match tra atleti provenienti da tutta Italia e anche dalla Grecia. A combattere all’ombra dei Faraglioni sono stati sia atleti della categoria light, a contatto limitato e pro, categoria a contatto pieno, ed anche atlete donne che hanno dato prova della loro abilità in questa dura arte marziale. E proprio il match femminile categoria -56kg ha visto Rachele Ragosta, atleta del maestro Mario Vivenzio, Thai Fight Nola, superare ai punti Irene Oreste, l’allieva del maestro Decio Pasqua, Pro Fighting Napoli. Fra gli altri incontri di cartello: Jordan Vadinocci, marchigiano seguito dal maestro Esposito che ha superato prima del limite Roman Kozak, seguito dal maestro Vivenzio. Convincente affermazione di Massimiliano Scarpa, Pro Fighting Napoli nella categoria -81kg, su Marco Camilucci, allievo del maestro Corelli della Pro Fighting Rimini. Sul ring poi il campione europeo WTKA -63,5kg Luca Donadio della Pro Fighting Napoli mentre nella categoria contatto leggero ha combattuto anche Giuseppe De Simone, atleta della Pro Fighting Capri, Campione Nazionale contatto leggero K1 categoria +94kg . Per quanto riguarda la sfida fra nazionali l’Italia ha vinto 2-0 sulla Grecia con due match: gli allievi di Decio Pasqua, i napoletani Daniele Iodice e Luca Donadio, hanno avuto la meglio ai punti sugli atleti ateniesi del maestro Chalkidis, Angelos Giakoumis e Thomas Tsakanikas, nella categoria -64 e -65 kg.


ULTIME NEWS