D’Amore: “Credevamo tutti che potesse essere l’anno buono. Gabbiadini? Da vendere”

D’Amore: “Credevamo tutti che potesse essere l’anno buono. Gabbiadini? Da vendere”

D'Amore: "Credevamo tutti che potesse essere l'anno buono. Gabbiadini? Da vendere"

Antonio D’Amore, docente del Laboratorio di Radiofonia all’Università Suor Orsola Benincasa. è intervenuto ai microfoni di Radio Punto Zero: 

“Fino al girone d’andata abbiamo creduto tutti allo scudetto, poi qualcosa è purtroppo cambiato. I tifosi sono stati infastiditi da una campagna acquisti fallimentare, c’è stato molto rammarico. Il Napoli è una società solida, probabilmente il presidente De Laurentiis poteva osare di più sul mercato, anche se superare la Juventus sarebbe stato ugualmente difficile. Se il Napoli avesse bisogno di monetizzare cederei Gabbiadini. Da fonti interne allo spogliatoio azzurro mi dicono che l’attaccante non vuole restare, si è sentito escluso. Sarri gli ha promesso un cambio modulo per il prossimo anno ma dubito sia davvero così.
Europei? Inizialmente i tifosi napoletani erano perplessi su Conte, ma le prime due partite hanno fatto risalire gli animi e l’entusiasmo di tutti gli italiani. Siamo tutti dispiaciuti per l’esclusione di Jorginho mentre su Insigne i dubbi esistono da settimane dato che in questo modulo il napoletano non avrà molto spazio. Sarei però stupito se non giocasse neppure domani sera, contro l’Irlanda”.


ULTIME NEWS