ISLANDA-AUSTRIA 2-1. Colpo al 94′, islandesi avanti da secondi

ISLANDA-AUSTRIA 2-1. Colpo al 94′, islandesi avanti da secondi

Colpo al 94', islandesi avanti da secondi

Storica qualificazione agli ottavi di finale dell’Europeo per l’Islanda, che continua la sua incredibile favola vincendo con l’Austria e condannandola al mesto ritorno a casa. Non passano nemmeno due minuti che la formazione nordica colpisce una traversa con Gudmundsson, che dai 30 metri fa partire un gran tiro che si stampa sul palo, con Almer che puo’ solo fare da spettatore. Risponde l’Austria con Arnautovic, che prova ad arpionare un pallone vagante in area dopo un errore in palleggio di Halldórsson, ma non ci arriva di un soffio. Al quarto d’ora torna pericolosa l’Islanda con Árnason, che dopo un batti e ribatti in area prova un tiro da fuori, che pero’ si spegne alto. Ogni rimessa laterale islandese e’ pericolosa come un calcio di punizione, soprattutto se la batte Sævarsson. E’ proprio sugli sviluppi di un fallo laterale, gli islandesi passano in vantaggio: spizzata di testa in area di Árnason, Bödvarsson si avventa sul pallone, controllo di palla e tiro di destro che batte l’estremo difensore austriaco. Il migliore dell’Austria e’ l’ex interista Arnautovic, che mette in costante agitazione la difesa islandese,  ma le sue conclusioni non sono altrettanto precise. Il possesso palla passa comunque alla nazionale allenata da Koller, con l’Islanda che si chiude pronta a ripartire. Al 35′ l’arbitro vede una trattenuta di Skúlason su Alaba in area e concede un giusto calcio di rigore. Se ne incarica Dragovic che pero’ tira un pessimo penalty sul palo esterno.  Koller ad inizio ripresa prova ad inserire due punte ed a proporre una formazione ultra offensiva. Alaba ci mette 2 minuti a far partire un tiro a botta sicura ad Halldórsson battuto, ma Árnason e’ fantastico a ribattere sulla linea di porta. Gli islandesi sono troppo schiacciati nella propria meta’ campo e ora rischiano seriamente di subire la rete del pareggio, ma ancora una volta e’ Árnason a sostituirsi al suo portiere su di una conclusione da vicino di Sabitzer. Dopo un’ora di gioco arriva il meritato pareggio austriaco grazie al nuovo entrato Schopf, il quale dribbla come birilli in area tre difensori islandesi e poi manda la palla alle spalle dell’estremo difensore avversario. La partita si riapre e Sigurdsson riesce a costruirsi la palla del 2-1, ma Almer e’ bravissimo a negarglielo. Risponde l’altro neo entrato Janko, che pero’ da due passi manda a lato la deviazione vincente. L’Austria e’ in completo controllo del match e crea una serie infinita di occasioni da rete in questa ripresa, ma l’Islanda riesce stoicamente a resistere ed a guadagnarsi addirittura la vittoria all’ultimo secondo con Trautstason in contropiede. Una vittoria che vale gli ottavi contro l’Inghilterra.

ISLANDA (4-4-2): Halldórsson 6; Sævarsson 5.5, Árnason 7, R. Sigurdsson 5.5, Skúlason 5.5; Gudmundsson 6.5 (40′ st Ingason sv), Gunnarsson 6, G. Sigurdsson 8, B. Bjarnason 6.5; Bödvarsson 7 (20′ st T. Bjarnason 7), Sigthórsson 5.5 (34′ st Traustason 7). In panchina: Gudjohnsen, Hallfredsson, Hauksson, Hermannsson, Jónsson, Kristinsson, Magnusson, Sigurjónsson. Allenatore: Lagerback 6.5. AUSTRIA (4-2-3-1): Almer 6.5; Dragovic 4.5, Prödl 5 (1′ st Schopf 7), Hinteregger 5.5, Fuchs 5.5; Ilsanker 5.5 (1′ st Janko 7), Baumgartlinger 7; Klein 6, Alaba 6.5, Arnautovic 4; Sabitzer 5.5 (32′ st Jantscher sv). In panchina: Lindner, Garics, Harnik, Hinterseer, Junuzovic, Okotie, Suttner, Wimmer. Allenatore: Koller 5.5. ARBITRO: Marciniak (Polonia) 6.5. RETI: 19′ pt Bödvarsson, 15′ st Schopf, 45’+4′ st Trautstason). NOTE: pomeriggio soleggiato. Terreno in pessime condizioni. Ammoniti: R. Sigurdsson, Janko, Arnsason, Halldórsson. Angoli 7-3 per l’Austria. Recupero tempo: 0′; 4′.


ULTIME NEWS