Bisoli: “La serie B non è come la A, con Lapadula bisognerà pazientare”

Bisoli: “La serie B non è come la A, con Lapadula bisognerà pazientare”

Bisoli: "La serie B non è come la A, con Lapadula bisognerà pazientare"

Pierpaolo Bisoli, allenatore, è intervenuto ai microfoni di Radio Punto Zero:


“Dopo il campionato di quest’anno non credo che Lapadula avrà problemi, ma bisogna avere pazienza perché la Serie B non è la A e non è detto che un giocatore che ha fatto benissimo in cadetteria possa fare subito bene in A. Lapadula fa della forza, fisica e mentale, il suo punto di forza e quanto fatto quest’anno lo testimonia. Giaccherini è una favola a lieto fine, così come Parolo, anche se non dimentichiamo, il calcio italiano stava per perderli. ho sempre intravisto qualità importanti nei due e i fatti mi stanno dando ragione. Sono molto contento per loro. In Italia non c’è pazienza di attendere il giusto tempo, c’è troppa fretta di ottenere i risultati. Purtroppo questa è una delle cause dell’impoverimento dei nostri vivai e, di conseguenza, anche della Nazionale.La Nazionale è allenata da un allenatore e non da un selezionatore e questo è sicuramente un vantaggio per non parlare del blocco difensivo della Juventus, che dà filo da torcere a tutti. Ovviamente se vengono meno queste certezze, si può andare incontro anche a brutte figure come ieri.La Spagna è la peggiore avversaria per la grande qualità che ha tra le proprie fila, ma se gli azzurri metteranno in campo quelle qualità ammirate nelle prime due gare dell’Europeo. Consigli a Conte? Assolutamente, faccio fatica ad allenare le mie squadre e non mi permetterei mai. Giaccherini può far male agli spagnoli perché ha le caratteristiche giuste per mettere in difficoltà al difesa iberica. Insigne è un giocatore che ha grande qualità ma trova difficoltà in questa squadra. Sono convinto che se la gara viaggerà sui binari dell’equilibrio, Conte avrà un’arma in più a disposizione con Insigne.La Juventusresta ancora la favorita, c’è ancora grande differenza con le altre. Poi ha preso un giocatore, Pjanic, che mi piace molto e che va a rinforzare ulteriormente il centrocampo già fortissimo”.


ULTIME NEWS