Sala Consilina. Rubò un bambinello in chiesa: nei guai 49enne napoletano

Sala Consilina. Rubò un bambinello in chiesa: nei guai 49enne napoletano

Furto in chiesa, preso 49enne

A Secondigliano, i carabinieri della Stazione di Sala Consilina oggi hanno dato esecuzione alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di residenza, emessa dal GIP del Tribunale di Lagonegro su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di un 49enne pregiudicato di Napoli poiché ritenuto responsabile del furto aggravato, commesso il 3 marzo nella chiesa parrocchiale di San Pietro Apostolo di Sala Consilina, di due complessi scultorei lignei di iconografia sacra e di un incensiere in argento, tutti risalenti al XVIII secolo e catalogati nell’inventario dei beni culturali mobili della diocesi di Teggiano-Policastro.

Le opere rubate risultano di particolare pregio. In particolare, quella raffigurante il Bambino Gesù, risalente al 1727, con vestito di seta di colore marrone con ricami in oro e corona in argento cesellata a mano, illecitamente sottratta dal complesso scultoreo della Madonna del Carmine, è opera della bottega napoletana del Maestro Giacomo Colombo.


ULTIME NEWS