Napoli. Sparò ad un poliziotto in borghese, condannato a 14 anni

Napoli. Sparò ad un poliziotto in borghese, condannato a 14 anni

Sparò ad un poliziotto in borghese, condannato a 14 anni

E’ stato condannato a quattordici anni di carcere Raffaele Rende, l’uomo che a settembre dello scorso anno sparò a Nicola Barbato, poliziotto della squadra mobile che si trovava con un collega davanti a un negozio a Fuorigrotta. Lo ha deciso il giudice nel processo che si è concluso oggi in primo grado. Tre anni invece per Roberto Gerard condannato per il tentativo di estorsione ai danni dei titolari del negozio di giocattoli.

Barbato rimase gravemente ferito. I due agenti – con Barbato c’era anche Giuseppe Tuccillo – erano in un’auto civetta, impegnati in indagini sul racket delle estorsioni nel quartiere. Per non dare nell’occhio indossavano pettorine del negoIo di giocattoli. Rende entró in auto e fece fuoco. L’imputato si è difeso sostenendo di non aver mai immaginato che si trattasse di poliziotti. Il giudice ha accolto la tesi della Procura e ha stabilito anche la condanna a una provvisionale da 200mila euro a favore di Barbato, assistito dagli avvocati Roberta Rispoli e Giuseppe Albanese.


ULTIME NEWS