Guerra fredda tra Capri e Anacapri per ragioni di viabilità

Guerra fredda tra Capri e Anacapri per ragioni di viabilità

Contrasti duri dopo l'ordinanza per i mezzi turistici

Guerra tra Capri e Anacapri per la viabilità: motivo del contendere, ancora una volta, è l’ordinanza di divieto per bus turistici, auto a noleggio e mezzi di trasporto merci, con lo stop quando arrivano le navi. All’ordinanza emessa dall’amministrazione di Capri ha replicato la rabbia di Anacapri, penalizzata, secondo la sua amministrazione, per l’accesso al porto e alla strada provinciale. Il dialogo intrapreso si è interrotto con una comunicazione dura di Anacapri, che interrompe i rapporti con Capri, inaugurando una sorta di guerra fredda tra i due comuni dell’Isola. Tutto a causa del diktat emesso con il divieto, che stronca i collegamenti, con le modifiche introdotte e proposte da Anacapri risultate respinte, dando il la ad un malumore oramai scritto nero su bianco a sancire una lacerazione dei rapporti tra le due amministrazioni. Per il sindaco Cerrotta di Anacapri si tratta di  “atteggiamenti di irresponsabilità politica”, che potrebbero minare l’esistenza stessa della Consulta per il Turismo e la Mobilità, organo divenuto teatro dello scontro per i divieti e le successive istanze. Il Sindaco di Capri è di parere diverso, perchè non ravvisa alcuna interruzione, parlando di benefici evidenti, invece, al contrario del collega. Al momento la vicenda resta tesa, con i rapporti interrotti a mezzo comunicazione formale, in attesa di sviluppi, sotto l’imminente estate 2016. 


ULTIME NEWS