Martusciello: “Sarri è per me un fratello maggiore, vi racconto come ha scoperto Hysaj”

Martusciello: “Sarri è per me un fratello maggiore, vi racconto come ha scoperto Hysaj”

Martusciello: "Sari è per me un fratello maggiore, vi racconto come ha scoperto Hysaj"

Il nuovo allenatore dell’Empoli, Giovanni Martusciello, ha concesso un’intervista al portale GianlucaDiMarzio.com parlando, tra le altre cose, anche del rapporto con Sarri: “E’ stata una figura molto importante – racconta – E’ una persona eccellente, di una capacità e di una qualità impressionanti. Lo dico senza peli sulla lingua, conosco tutto di lui così come lui conosce tutto di me. Ed ho appreso i suoi principi, le sue nozioni. Per cui parlare di Sarri è per me come parlare di mio fratello maggiore. Tre anni sono tanti, potrei raccontare mille storie e non basterebbe una giornata. L’aspetto maniacale lo si vedeva dal come ti comunicava determinate cose. L’aneddoto che ricordo con molto piacere è su Hysaj, che era un ragazzo della Primavera. Noi avevamo delle esigenze e lui scelse proprio Hysaj, nonostante tutti gli addetti ai lavori del settore giovanile fossero contrari a questa cosa. Lui disse ‘per me è il più forte di tutti’. Una cosa è dirlo, un’altra e farlo. Lui fu di parola, a Lanciano lo fece giocare titolare e da lì è esploso Hysaj. Era uno spasso, il modo con cui agiva e comunicava con noi collaboratori era molto simpatico, simile al napoletano. Ed è uno dei motivi per cui ha conquistato Napoli, per i suoi modi semplici”. E nel prossimo campionato si affronteranno da avversari, Martusciello spera con un esito diverso rispetto all’ultimo confronto: “Napoli-Empoli c’è stato anche quest’anno ed abbiamo preso cinque gol. La prossima volta spero di prenderne solo due”.


ULTIME NEWS