Renzi: “Dal primo settembre parte bonus per 18enni”

Renzi: “Dal primo settembre parte bonus per 18enni”

Renzi: !Dal primo settembre parte bonus per 18enni"

“Il primo settembre è la data ufficiale entro la quale il bonus 18ennisarà operativo”. Lo ha annunciato il premier Matteo Renzi nel #matteorisponde.

Mentre “del bollo auto si occuperà la Stabilità 2017” ha detto Renzi sempre in tema di fisco.

Nel corso del #matteorisponde il presidente del Consiglio è intervenuto anche sugli 80 euro: “Le casalinghe hanno un grande problema, fanno un lavoro maggiore degli altri ma non vengono valorizzate. Ma gli 80 euro non esiste. Non siamo nelle condizioni di prendere impegni per gli 80 euro alle casalinghe ma dobbiamo fare qualcosa ‘ad hoc’ per le donne che svolgono una funzione importante”.

Poi la legge elettorale. “Macché preoccupazione per la mozione sull’Italicum! E’ una delle mozioni di cui si discute in Parlamento, ce ne sono tante…” ha affermato il premier.

Quanto alle riforme e a spostare il referendum, “no – ha scandito – Ci sono tempi previsti dalla legge per il referendum costituzionale. Sono queste alcune delle tante notizie false che si leggono”.

“Pensiamo sia cruciale che sulla riforma della Costituzione i cittadini possano dire la loro ed è evidente che in politica quando uno perde deve prenderne atto. Accade in tutto il mondo, solo in Italia no”, ha aggiunto il presidente del Consiglio. Ma, ha avvertito, “se non si vince al referendum il Paese non è tecnicamente governabile perché Camera e Senato hanno due leggi elettorali e due maggioranze diverse e ci sarà sempre l’ammucchiata, gli inciuci e le larghe intese”.

Renzi ha parlato anche della Brexit. Tornare alla lira è “una follia – ha detto a chiare lettere – Chi dice cose del genere, come Farage, non sa cosa dice”.

Riguardo all’intervento di Massimo D’Alema ieri a ‘Ballarò’, “prima o poi – ha affermato – occorrerà trovare un luogo in cui dire la verità su cose false e incredibili raccontate specie da chi ha sostenuto tesi diametralmente opposte a quelle di adesso”.

“C’è chi pensa che io sia un usurpatore alla guida del Pd, che non ha digerito di aver perso le primarie”, ha spiegato il premier aggiungendo: “Utilizzare costantemente la polemica interna è una cosa che non mi fa né caldo né freddo. Se vogliono un Pd luogo del passato facciano, ma senza di me. Ma troveremo il modo di dire la verità sulle cose incredibilmente non vere dette da D’Alema a ‘Ballarò'”.


ULTIME NEWS