I falsari di Torre Annunziata. Boom di banconote false, caccia alla stamperia

I falsari di Torre Annunziata. Boom di banconote false, caccia alla stamperia

I falsari di Torre Annunziata. Boom di banconote false, caccia alla stamperi

Puntano sui pezzi da taglio basso: venti e cinque euro. Per non dare troppo nell’occhio e in molte occasioni ci riescono truffando i commercianti. Tre dici denunce in una settimana, quanto basta per far scattare l’allarme ma anche la rabbia di cittadini e negozianti che chiedono ora di mettere fine allo strano fenomeno che da settimane sta andando in scena nella città di Torre Annunziata. L’ultimo ieri mattina in un supermercato del centro. “E’ la terza banconota da venti euro che riconosco in poche ore – spiega il titolare del market – e che non abbiamo accettato, è stata presentata da un’anziana per pagare il conto alla cassa e ovviamente anche lei non si era accorta che fosse falsa. Non ci era mai capitato di rintracciarne così tante e in così pochi giorni”. E così ecco il caso: tredici sono le denunce ufficiali presentate ma il numero di banconote false sarebbe almeno il doppio, un dato che ha fatto scattare subito un’indagine da parte delle fiamme gialle e dei carabinieri ed è ora aperta la caccia al falsario che potrebbe anche avere il suo quartier generale proprio in città.

 

+++TUTTI I DETTAGLI SU METROPOLIS QUOTIDIANO IN EDICOLA OGGI+++


ULTIME NEWS