Allarme Sarno, il fiume dei veleni. Tremano 21 Comuni: ecco quali

Allarme Sarno, il fiume dei veleni. Tremano 21 Comuni: ecco quali

Allarme Sarno, il fiume dei veleni. Tremano 21 Comuni: ecco quali

È la fase finale dell’inchiesta, quella  che  probabilmente farà emergere nomi e cognomi dei responsabili del disastro ambientale del Sarno e rischia di scatenare un terre-moto in ben 21 comuni, tra le province di Napoli, Salerno e Avellino, che direttamente o  indirettamente  contribuiscono a renderlo il fiume più inquinato d’Europa. Da due giorni, su disposizione della Procura della Repubblica di Torre Annunziata, i militari della Capitaneria di Porto di Salerno,  in  collaborazione con il reparto speciale tutela laboratorio  ambientale  di Roma,  stanno  passando  al setaccio il fiume Sarno. Sono 50  i  punti  in  cui  prelevare l’acqua,  come  disposto  dal pm Antonella Lauri titolare dell’inchiesta.  L’obiettivo  è quello di capire se nel fiume Sarno, nonostante gli innumerevoli  avvertimenti  del passato,  continuino  ancora a  essere  sversate  le  acque reflue per la carenza, o totale assenza, di collettamento alle  reti  fognarie.  I  militari della  Capitaneria  di  Porto di Salerno stanno versando liquido  fluorescente  nelle acque  del  Sarno,  effettuan-do i campionamenti con un battello  e  analizzando  con un  furgone  mobile,  già  sul posto,  lo  stato  di  salute  del fiume. I prelievi, per il mo-mento,  hanno  riguardato  i comuni  della  provincia  di Salerno  e  i  risultati  sarebbero  devastanti.  In  tutti  i Comuni,  infatti,  sarebbero stati  registrati  sversamenti illegittimi di veleni. Nei  prossimi  giorni  i  campionamenti  riguarderanno anche  i  comuni delle  province  di Napoli e Avellino e le analisi saranno affidate alla Capi-taneria di Porto di Castellammare di Stabia.  Una  vera e  propria  accelerata nell’inchiesta decisa dopo che il pool  di  007  della Procura della Re-pubblica di Torre Annunziata,  guidata  dal  procuratore  aggiunto Pierpaolo  Filippelli,  sorvolò  in elicottero il fiume Sarno. In quell’occasione con l’ausilio di  telecamere  termiche  furono individuate le criticità. e  segnati  i  punti  da  tenere sotto osservazione. I campionamenti non riguardano solo il fiume Sarno ma anche  quegli  affluenti  che contribuirebbero in maniera determinante  all’inquina-mento.  L’obiettivo  è  quello di arrivare entro fine mese ad  accertare  quali  comuni non  hanno  completato  la rete  fognaria  e  non  sono collettati  al  depuratore  di Foce Sarno. E a quel punto punto,  presumibilmente, chiudere l’inchiesta sul disastro ambientale più eclatante dell’intera Regione. A tremare  dunque  sono  21  comuni: Castellammare,  Torre  Annunziata,  Torre  del  Greco, Pompei,  Trecase,  Boscoreale,  Boscotrecase,  Casola, Lettere, Pimonte, Gragnano, Santa Maria la Carità, Striano,  Poggiomarino,  Scafati, Sarno,  San  Valentino,  San Marzano,  Nocera,  Angri  e Solofra.


ULTIME NEWS