Odissea in treno: il racconto choc di Bassolino

Odissea in treno: il racconto choc di Bassolino

L'odissea in treno di Bassolino

L’ex presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino, affida a un post su Facebook la disavventura vissuta da viaggiatore che utilizza i treni per raggiungere la provincia di Salerno. Con una conclusione: ”Le FFS davvero si sono fermate ad Eboli”. ”Treno da Napoli delle 20,28. Dopo Battipaglia – è il suo racconto – restiamo in pochi. Ad Agropoli le porte non si aprono. Assieme ad una coppia di cilentani cerchiamo un ferroviere. Niente, anche il conducente si è barricato nella sua cabina. Nelle carrozze, infatti, potrebbe succedere qualunque cosa. Ad Omignano le porte si aprono e noi tre ci precipitiamo fuori. La stazione è vuota. Un giovane che passeggia con il cane mi riconosce e si offre di accompagnarci a Vallo scalo, dove sta andando in macchina la figlia dei signori cilentani. Anche a Vallo nessuno, solo la ragazza seduta su un muretto. La famiglia cilentana deve andare a Stella ma gentilmente vengo accompagnato ad Agropoli dove da tempo mi attende un amico. Ringrazio di cuore. Ma un cittadino sconosciuto dove va a sbattere la testa? Non può esistere solo l’Alta Velocità. Le FFSS davvero si sono fermate ad Eboli”.


ULTIME NEWS