Estorsione a Piazza della Libertà, sconto di pena per Palatucci

Estorsione a Piazza della Libertà, sconto di pena per Palatucci

Estorsione a Piazza della Libertà, sconto di pena per Palatucci

Ridotta del 50% la condanna per Antonio Palatucci, accusato di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso alla Esa Costruzioni di Nocera che lavorava per Piazza della Libertà. Si passa  dai cinque anni e mezzo (pena in continuazione per violazione di prescrizioni) del primo grado ai due anni e otto mesi  in Appello. Un netto taglio in quanto è caduto soprattutto l’aggravante del metodo mafioso e oggi gli avvocati Luigi Gargiulo e Antonietta Cennamo, presenteranno un’istanza di scarcerazione perchè Palatucci  di quella condanna ha già scontato un anno e nove mesi. Già in primo grado le accuse furono ridimensionate rispetto alla richiesta formulata dal pubblico ministero Rocco Alfano e il fratello Stefano infatti fu prosciolto dalle accuse con formula piena. I due erano accusati di tentata estorsione nei confronti degli imprenditori impegnati nei lavori in Piazza della Libertà. 

+++TUTTI GLI APPROFONDIMENTI NELL’EDIZIONE ODIERNA DEL QUOTIDIANO METROPOLIS IN EDICOLA+++


ULTIME NEWS