Orrore al centro massaggi, ecco come avvenivano le avances

Orrore al centro massaggi, ecco come avvenivano le avances

Orrore al centro massaggi, ecco come avvenivano le avances

CAVA DE’ TIRRENI – «Mi farebbe piacere vederti»: così le conversazioni passavano dalle scuse al vero obiettivo, dopo il contatto. A proporsi erano i massaggiatori, i quali contattavano i ragazzini per proporre incontri: il primo approccio aveva un apparente scopo commerciale, per la vendita di prodotti per il corpo, creme da massaggio, con una proposta di guadagno a percentuale. Poi, dopo gli scambi via web, arrivava la proposta d’incontro, che in certi casi sfumava, veniva rifiutata. In altri, andava a buon fine, a colpi di furbizia e ammiccamenti.Il massaggiatore cavese  Giuseppe Alfieri, titolare del centro incriminato, aveva rivolto le sue attenzioni a diversi ragazzini, secondo la procura. 

+++ TUTTI I DETTAGLI SULL’EDIZIONE ODIERNA DEL QUOTIDIANO METROPOLIS IN EDICOLA+++


ULTIME NEWS