L’inchiesta Antimafia infiamma il Consiglio comunale di Scafati

L’inchiesta Antimafia infiamma il Consiglio comunale di Scafati

L'inchiesta Antimafia infiamma il Consiglio comunale di Scafati

SCAFATI – Il primo Consiglio comunale a Scafati dopo la richiesta d’arresto per Pasquale Aliberti (rigettata dal Gip del Tribunale di Salerno, Donatella Mancini), si è spaccato sull’inchiesta Antimafia. Il sindaco, che attraverso Facebook ha annunciato di voler chiarire tutto davanti alle telecamere, ieri sera ha deciso di non parlare della vicenda che lo vede coinvolto con altre 11 persone. La scelta ha mandato su tutte le furie l’opposizione, che ha chiesto un’operazione di verità sui fatti contestati dal Pm dell’Antimafia di Salerno, Vincenzo Montemurro. «Non ascoltiamo una parola su quanto stiamo apprendendo in questi giorni», ha detto Michele Grimaldi del Partito Democratico. «La spiegazione Aliberti non la vuole dare alla città e parla solo con i media. Abbiamo paura a stare qui dentro e il timore aumenta quando leggiamo questi annunci. Vogliamo sapere in Consiglio comunale cosa succede e chi decide veramente per la nostra comunità. Aliberti offende l’assise».

+++TUTTI I DETTAGLI SULL’EDIZIONE ODIERNA DEL QUOTIDIANO METROPOLIS IN EDICOLA+++


ULTIME NEWS