Chiuse la figlia di 14 mesi in forno, l’appello della ragazzina: “Non la liberate”

Chiuse la figlia di 14 mesi in forno, l’appello della ragazzina: “Non la liberate”

Chiuse la figlia di 14 mesi in forno, l'appello della raagazzina: "Non la liberate"

Una terribile violenza domestica ha rovinato la vita di una bambina, che a soli 14 mesi è stata messa nel forno dalla mamma, Melissa Wright, e ha riportato ustioni gravissime di terzo grado su gran parte del corpo. Ora a 14 anni di distanza dal terribile gesto, la donna statunitense, Melissa Wright, ha chiesto la scarcerazione sulla parola davanti al tribunale spiegando di essersi pentita del gesto per la quale è stata condannata a 25 anni di carcere per tentato omicidio. La ragazzina, dell’Alabama, ha lanciato un appello per evitare che la donna esca dal carcere. Fu il padre a salvarla dopo averla trovata nel forno. Ashley vive con gli zii che l’hanno cresciuta e ha spiegato di aver perdonato la mamma, ma di non riuscire a fidarsi di lei perché ha paura che possa far del male ai nipotini di 8 anni e 27 mesi. “Hanno circa la stessa età mia e di mia sorella quando tutto questo è accaduto e onestamente non mi fido di lei e ho paura per la loro sicurezza” ha spiegato la 14enne, aggiungendo: “Io non la odio ma non l’amo. L’ho perdonata ormai”. Dopo essere stata in pericolo di morte, la 14enne ha dovuto subire 30 interventi chirurgici per eliminare le cicatrici.


ULTIME NEWS