Castellammare. Scontro sindaco-commercianti, così i titolari dei negozi vogliono la ztl

Castellammare. Scontro sindaco-commercianti, così i titolari dei negozi vogliono la ztl

Castellammare. Scontro sindaco-commercianti, così i titolari dei negozi vogliono la ztl

«Mai cambiare la via vecchia per la nuova» recita il famoso proverbio. Eppure questa vol-ta il vecchio adagio potrebbe essere smentito. A Castellammare di Stabia si sta attuando una rivoluzione alla quale non tutti sembrano pronti. Forse per paura di lasciare le vecchie tendenze, o solo perché è più facile adagiarsi sulle abitudini che osare, ma alla luce di tutte le critiche una cosa è chiara: le Ztl, zone a traffico limitato, di corso Vittorio Emanuele e corso Garibaldi funzionano.L’orologio ha le lancette ferme sulle 18, i vigili chiudono il corso al traffico, man mano la strada comincia a popolarsi: mamme con passeggini, anziani che dopo la chiusura della villa possono finalmente riprendere a passeggiare, gruppi di ragazzi che stanno tornando dal mare e bambini in bici al sicuro dalle auto. E’ lo scenario di ieri. Siamo in pieno pomeriggio, il sole batte ancora eppure c’è tanta gente. Qualcuno si ferma a guardare le vetrine dei negozi, qualcun altro fa shopping alla ricerca del migliore affare estivo in periodo di saldi, altri si fermano a parlare. C’è vita, la città riprende a respirare e con essa anche i suoi cittadini. Uno scenario tanto bello quanto inaspettato. Soprattutto dopo la proposta dei commercianti di corso Vittorio Emanuele, che rappresentati dall’Ascom hanno deciso di “camminare” in direzione opposta all’ordinanza comunale chiedendo, con una petizione, di ridurre le giornate di stop alle auto passando a un solo giorno di chiusura, il sabato, con una variazione oraria che prevede l’inizio della Ztl alle 19. La richiesta verrà valutata lunedì dal sindaco Antonio Pannullo e dal vicesindaco Andrea Di Martino durante l’incontro con i commercianti del centro. Il problema, secondo gli esercenti, è chiaro: il venerdì la Ztl non porta migliorie agli affari. Anche se la settimana scorsa incise il maltempo. Dal suo canto il sindaco non sembra voler fare passi indietro sull’ordinanza nonostante appaia pronto a trattare almeno sugli orari. Rovescio della medaglia sul versante opposto, dove i commercianti del lungomare chiederanno di ottenere l’area pedonale di corso Garibaldi non solo la domenica ma anche il sabato.


ULTIME NEWS