Napoli. Perde il lavoro e tenta di lanciarsi nel vuoto insieme alla madre

Napoli. Perde il lavoro e tenta di lanciarsi nel vuoto insieme alla madre

Napoli. Perde il lavoro e tenta di lanciarsi nel vuoto insieme alla madre

Ha tentato di lanciarsi nel vuoto e stava rischiando di trascinare con sé anche l’anziana madre che tentava di fermarlo. E’ successo a Napoli. L’uomo, un 45enne di orgini domenicane, voleva lanciarsi dal balcone al terzo piano dove vive con la madre, 80enne. La decisione di farla finita in seguito alla perdita del lavoro che lo aiutava a mantenere la moglie ed i 4 figli che risiedono a Santo Domingo. L’uomo che vive da 2 anni a Napoli, era sul lato esterno della ringhiera del balcone che affaccia su via Cesare Rossarol quando le urla disperate della madre, 80enne, che tentava di tirarlo invano a sè hanno allertato i vicini di casa che hanno chiamato la polizia. Ci sono voluti 4 poliziotti per mettere in salvo l’anziana madre dell’uomo e subito dopo il 45enne. Gli agenti del Commissariato Vicaria hanno creato una cinta umana per far rientrare l’uomo che non accennava a calmarsi e lo hanno buttato all’interno della ringhiera sporgendosi anche loro sul lato esterno, successivamente un’ambulanza del 118 lo ha trasportato all’ospedale San Giovanni Bosco.
 


ULTIME NEWS