Napoli. Paura per sospetto pacco bomba

Napoli. Paura per sospetto pacco bomba

Paura per sospetto pacco bomba

Sessanta minuti di paura e tensione. Ecco quanto vissuto ieri pomeriggio, poco prima delle 17, a Fuorigrotta, periferia flegrea di Napoli. I carabinieri sono intervenuti in via Giulio Cesare all’altezza del civico 148 per bloccare un bus di linea su cui era stata segnalata la presenza di una valigia sospetta. I militari del Nucleo Radiomobile e della stazione di Fuorigrotta hanno delimitato l’area e portato in un luogo sicuro i passeggeri che erano presenti sul veicolo. È toccato poi agli esperti del nucleo “Artificieri anti-sabotaggio” del comando provinciale dell’Arma intervenire per «neutralizzare» il potenziale pacco bomba. I carabinieri hanno utilizzato un robot artificiere che dopo aver avvicinato la valigia, che nel frattempo era stata posizionata all’esterno del mezzo, con un potente getto d’acqua ad elevata pressione ha aperto l’involucro rendendo visibile il contenuto e così neutralizzando eventuali inneschi. Per fortuna non si è trattato di un ordigno. All’interno della valigia i carabinieri hanno rivenuto diverse paia di occhiali da sole contraffatti, materiale forse abbandonato da qualche ambulante a bordo del bus. In via Giulio Cesare si è raccolta una folla di curiosi che per sessanta lunghi minuti hanno temuto il peggio. I livelli di sicurezza, in virtù dell’allarme terrorismo diramato dai vertici del Viminale, sono elevati. Particolarmente intensi e capillari i controlli delle forze dell’ordine, soprattutto nel quartiere Fuorigrotta, anche in virtù della massiccia presenza di napoletani e tifosi azzurri per la partita allo stadio San Paolo tra la formazione partenopea e la squadra francese di Nizza. Ma le attività d’intelligence era già state intensificate nelle scorse settimane, quando da Roma è stata inviata una circolare che invita tutti gli appartenenti alle forze di polizia a circolare sempre con l’arma di ordinanza addosso e a «vigilare» sull’eventuale presenza di soggetti sospetti. La segnalazione del presunto pacco bomba ieri pomeriggio a bordo del bus di linea è avvenuta attraverso una telefonata al centralino dei carabinieri. Le pattuglie della Benemerita hanno raggiunto viale Giulio Cesare in pochissimi minuti ed hanno subito messo in sicurezza l’area e i passeggeri che si trovava a bordo del bus.

 

 


ULTIME NEWS