Abusivismo edilizio, proposta di legge per il “diritto all’abitazione”

Abusivismo edilizio, proposta di legge per il “diritto all’abitazione”

Abusivismo edilizio, proposta di legge per il "diritto all'abitazione"

Cinque articoli per risolvere un problema che coinvolge migliaia di famiglie campane. I consiglieri regionali Pasquale Sommese (Ncd), Carmine De Pascale (De Luca Presidente), Alfonso Piscitelli (De Luca Presidente), Maria Ricchiuti (Udc), Francesco Moxedano (Idv) e Carmine Mocerino (Caldoro Presi-dente) hanno presentato una proposta di legge per tutela-re il “diritto di abitazione su immobili realizzati in difformità o in assenza del titolo abitativo”. Si apre, quindi, uno spiraglio per i cosiddetti “abusi di necessità”. «L’intento dell’intervento normativo non è quello di sanare e/o condonare abusi edilizi», evidenziano i consiglieri che hanno firmato la proposta di legge, «ma quello di riconoscere un diritto reale di godimento sui beni in questione in favore dei soggetti che, non avendo diverse possibilità, occupano detti manufatti esclusivamente per ragioni di necessità proprie e del nucleo familiare». Ragion per cui, qualora l’opera abusiva risulti l’unico cespite in cui poter vivere, viene prevista la possibilità per i Comuni, previa l’acquisizione dell’immobile al proprio patrimonio, di concedere il diritto di abitazione che «si configura come interesse pubblico».

+++ULTERIORI DETTAGLI SU METROPOLIS QUOTIDIANO+++


ULTIME NEWS