Omicidio delle Fornelle, il pianto in carcere del killer: «Voglio i domiciliari»

Omicidio delle Fornelle, il pianto in carcere del killer: «Voglio i domiciliari»

Omicidio delle Fornelle, il pianto in carcere del killer: «Voglio i domiciliari»

SALERNO – Piange e si dispera in carcere Luca Gentile, il reo confesso dell’omicidio di  Eugenio Tura De Marco, ucciso a coltellate nel febbraio scorso nel cuore del Centro storico perchè si sarebbe opposto al fidanzamento con la figlia Daniela. Continua a ribadire di essersi oppostoall’aggressione del suocero e che quell’omicidio è da configurare come «legittima difesa». Lo sostengono i suoi avvocati di fiducia, Enrico Lizza e Gino Gassani, che hanno presentato al giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Salerno, Piero Indinnimeo, una nuova  istanza di scarcerazione per una misura cautelare meno afflittiva, come gli arresti domiciliari.

 

+++TUTTI I DETTAGLI SULL’EDIZIONE ODIERNA DEL QUOTIDIANO METROPOLIS+++


ULTIME NEWS