CUTOLO. Le foto della prigione, il recinto dell’ora d’aria e il muretto dei colloqui

CUTOLO. Le foto della prigione, il recinto dell’ora d’aria e il muretto dei colloqui

CUTOLO. Le foto della prigione, il recinto dell'ora d'aria e il muretto dei colloqui

Ecco le foto del carcere dove era rinchiuso Raffaele Cutolo, il boss della camorra condannato per efferati crimini. Cutolo si trovava nella cella dell’Asinara (di cui metropolisweb.it pubblica le foto) e gli era consentita solo la corrispondenza – controllatissima – per mantenere contatti con l’esterno. L’ex capo della NCO condannato a 13 ergastoli, ha raccontato nelle sue missive gli oltre 45 anni di carcere a partire da quel 27 settembre 1963 quando fu arrestato per poi evadere per un breve periodo dal manicomio criminale di Sant’Eframo. Ha scritto, in particolar modo, degli anni “vissuti” all’Asinara prima di essere trasferito a Belluno, Novara, Terni e L’Aquila. Una cella, quella dell’Asinara, di cui metropolisweb.it pubblica alcune foto dall’interno, anche dello spazio riservato ai colloqui con la moglie (sposata in carcere dal boss) e la figlia ottenuta attraverso l’inseminazione artificiale. Nell’immagine riportata sotto, la grata delimita anche lo spazio riservato all’ora d’aria quotidiana che gli veniva concessa, ovviamente sempre in assoluta solitudine per la spietatezza che ne ha contraddistinto la sua carriera criminale, dopo aver disseminato il terrore in Campania.

 

La cellaLe docce

Lo spazio per l'ora d'aria Il muretto per l'ora d'aria

 


ULTIME NEWS