Jo, una “piccola donna”.Da Napoli a Miss Italia col mito di Obama

Jo, una “piccola donna”.Da Napoli a Miss Italia col mito di Obama

Jo, una "piccola donna" da Napoli a Miss Italia col mito di Obama

Ha origini statunitensi, tanto che in famiglia la chiamano Jo, una passione per il presidente americano Barack Obama, ma anche per Napoli, dove è nata 18 anni fa. Giuseppina Sorrentino è tra le finaliste di Miss Italia, che si concluderà con la premiazione del 10 settembre a Jesolo. Dopo aver vinto la fascia di Miss Tricologia Campania alla quinta finale regionale del concorso di bellezza che si è tenuta a Montecalvo Irpino, l’aspirante miss si prepara alla nuova tappa del 27 agosto a Casciana Terme (Pisa).

Jo o Giuseppina?

«Sin da bambina tutti mi chiamano Jo, perché questo era il nome di una delle protagoniste del film “Piccole donne”, di cui secondo mia madre ho lo stesso carattere»

Napoletana ma con sangue Usa nelle vene?

«Sono nata a Napoli ma ho origini statunitensi da parte del bisnonno materno, Raimondo Clark che venne qui durante la seconda guerra mondiale perché era un militare dell’esercito. Si innamorò della mia bisnonna e nacque mio nonno che non ha ereditato però il cognome del padre, giacché quest’ultimo morì prima di riconoscerlo. Quindi io sono della quarta generazione e per questo mi sento italiana a tutti gli effetti»

Che studi hai fatto?

«Il mio percorso scolastico si è concluso a luglio con il diploma in Ragioneria»

Altre passioni?

«A 13 anni ho fatto nuoto per 3 anni a livello agonistico, ho una famiglia molto sportiva: mia madre, mio padre e mia sorella Veronica giocano a pallavolo, Elvira studia canto e mio fratello Ulderico segue corsi di ballo contemporaneo, classico e hip hop. Le altre mie passioni si chiamano Shany e Sasha, i miei cani»

Come ti definisci?

«Solare, vivace, affettuosa e – come dice mia madre – «ogni riccio è un capriccio». Sono una ragazza però che crede nei valori di una volta, perché ho due genitori presenti che tengono molto all’educazione e hanno insegnato a me e ai miei fratelli tante cose»

E come tutte le miss hai una silhouette perfetta…

«Sì, in realtà ho gusti molto difficili per quanto riguarda il cibo, ma adoro la Nutella»

A chi ti ispiri come modello nel mondo dello spettacolo?

«Non ho idoli, ogni giorno cerco di ispirarmi solo a mia madre. Come personaggio pubblico invece quello che preferisco è Obama, in quanto rappresenta il simbolo del cambiamento negli Stati Uniti essendo il primo presidente nero, segno che qualcosa appunto sta cambiando»

Hobby?

«Canto, ballo e recitazione. Vorrei diventare una showgirl, ma se non ci dovessi riuscire una poliziotta. E poi sono super tifosa della squadra del Napoli, come tutti in famiglia»

Perché hai scelto di partecipare a Miss Italia?

«Penso che sia un concorso importante e che possa darmi un’opportunità lavorativa. Cercherò di rappresentare al meglio la Campania mostrandomi come sono e di riuscire a piacere non solo per la bellezza, ma anche e soprattutto per quello che posso dare agli altri».

(Foto Walter Scalera)

OGGI SU METROPOLIS


ULTIME NEWS