Juve Stabia, Manniello: “Ecco perché Biagianti ci ha detto no”

Juve Stabia, Manniello: “Ecco perché Biagianti ci ha detto no”

Juve Stabia, Manniello: "Ecco perché Biagianti ci ha detto no"

Strano scherzo del destino per la Juve Stabia. La squadra di Fontana esordirà in campionato contro il Catania. Prima giornata al Massimino il 28 agosto. Una partita che mette a confronto due squadre che sono state protagoniste sul mercato e che si sono date sfida anche su alcuni obiettivi. Come nel caso di Biagianti (che ha scelto Catania) o di Zibert che, però, ha preferito Castellammare facendo indispettire e non poco Pietro Lo Monaco. “Forse è meglio partire subito con una gara impegnativa – dichiara il presidente Franco Manniello – a caldo dopo la stesura del calendario. Nelle prime cinque giornate abbiamo tre partite al Menti e due in trasferta – aggiunge – Al di là delle previsioni mi auguro che non ci siano infortuni visto ciò che ci ha capitato l’anno scorso. E l’infortunio di Liviero, alla prima gara ufficiale mi preoccupaƽ. Sulla sfida col Catania e i duelli di mercato estivi, il presidente Manniello glissa: “Biagianti ha preferito il Catania perché la moglie è siciliana accettando un’offerta economica meno vantaggiosa della nostra. Per quanto riguarda Zibert, lo sloveno è voluto venire alla Juve Stabia”. Tra le novità della nuova stagione in Lega Pro anche le partite previste nel periodo natalizio. Le Vespe di Fontana giocheranno il 26 dicembre in casa col Catania, la prima del girone di ritorno e chiuderanno l’anno il 30 dicembre a Melfi. Una pausa lunga prevista a gennaio che ricalca il modello della serie B e che tornerebbe utile alla Juve Stabia per la sostituzione del sintetico. Manniello fa due calcoli al volo e dice: “Speriamo di farcela, visto che l’ultima partita nostra in casa è il 26 dicembre e il campionato riprenderà il 22 gennaio. In 25 giorni non è semplice anche perché bisognerà aspettare il bando”. 


ULTIME NEWS